Benvenuto Sgrammit: scoiattolo amante della grammatica dell’italiano

Martedì, nelle nostre aule, è arrivato uno scoiattolo misterioso. Era accompagnato da due frasi (che qualcuno aveva corretto), delle ghiande e dei pennarelli rossi e verdi.

Noi abbiamo provato a ipotizzare chi potesse essere. Tante e tanti di noi hanno pensato che potesse avere dei legami con gli elfi Abete e Betulla (che ci hanno fatto compagnia per lo scorso anno scolastico).

Giovedì mattina, le maestre ci hanno radunati nell’atrio e ci hanno letto un racconto che aveva per protagonista proprio uno scoiattolo… che si chiamava Tre!

Più le docenti leggevano, più noi ci siamo potuti rendere conto che si parlava proprio del “nostro” scoiattolo.

Nella storia accadono tante cose, una fra tutte è che Tre si appassiona a tal punto alla grammatica che i suoi amici decidono di nominarlo “Sgrammit: scopritore della grammatica”. 

 

Al termine della lettura, rientrando nelle aule, sui banchi, abbiamo trovato dei doni: dei bellissimi quaderni rossi, che qualcuno, magicamente, aveva lasciato per noi. 

Ci sono subito piaciuti e già abbiamo iniziato a lavorarci su, svolgendo una divertente e coinvolgente attività sul punto e il punto interrogativo. 

 

È stato proprio Sgrammit a regalarceli e noi lo ripagheremo con entusiasmo e impegno. 

Evviva la grammatica che si fa e si scopre con il sorriso stampato in volto.